Gemelli

Simbologia

Mitologia

Psicologia

Anatomia e salute

Archetipo

Aspetti evolutivi

Astronomia

Personaggi

Riepilogo

 

Simbologia

Il segno che conclude la stagione della primavera è il segno dei Gemelli: dal 21 Maggio al 21 Giugno si assiste al passaggio dalla primavera verso l’estate, e se da una parte le caratteristiche della stagione uscente sono al loro apice, nella loro massima manifestazione, dall’altra cominciano a intravedersi le caratteristiche della più calda stagione estiva.

Segno d’Aria e di modalità Mobile, i Gemelli rappresentano fortemente il concetto di velocità, cambiamento, dinamismo e leggerezza. L’energia di questo periodo è molto vivace e frizzante, dopo l’esplosione iniziale dell’Ariete e la calma accrescitiva del Toro, il Gemelli rimette in movimento tutto quanto. Il germoglio che ha attecchito è nel pieno della fioritura, e i campi e le colline sono pieni di tantissimi colori diversi, di un’infinità di odori e profumi, che la brezza vivace porta in giro, assieme ai pollini che vengono sparsi ovunque.

 

L’azione simbolica di questo periodo è proprio la fecondazione (Plutone che rappresenta il seme è in esaltazione), che fisicamente consiste nell’impollinazione che non solo il vento, anche gli insetti fanno: sono comunque movimenti veloci, leggeri, minuscoli e frenetici (Mercurio come velocità). E siccome non si fecondano solo i fiori, ma anche le menti, il segno dei Gemelli è associato a una grande creativitàvivacità, sicuramente non convenzionale o tradizionale, ma fresca e nuova: la nascita dei pensieri, la comunicazione, la diffusione di idee, la creazione di rapporti e di relazioni.

 


Annibale Carracci, Il Trionfo di Bacco e Arianna, 1597

 

Quant’è bella giovinezza, che si fugge, tuttavia. Chi vuol esser lieto, sia: del doman non v’è certezza!
Dal "Trionfo di Bacco e Arianna" di Lorenzo de'Medici, XV secolo

 

Dum loquimur fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero.
“Mentre parliamo il tempo sarà già fuggito, come se ci odiasse: cogli l'attimo, confidando il meno possibile nel domani.”
Orazio, Odi

Questi due aforismi sono assolutamente in linea con il segno dei Gemelli: il fiore è un’entità effimera, oggi c’è e domani è già sfiorito, oggi è nel suo massimo splendore, domani chissà, occorre approfittarne finché c’è. In questo senso l’indecisione dei Gemelli, la velocità, la frenesia che li contraddistingue trova una sua logica. Godere di tutto un po’ comporta inevitabilmente un livello superficiale di esperienza, ma garantisce varietà, divertimento, spensieratezza, mutevolezza e volubilità

Curiosità e vivacità per la conoscenza non portano ancora alla scelta, ma semplicemente alla presa di consapevolezza delle possibilità, delle direzioni possibili, degli opposti che nei Gemelli convivono, a volte in maniera schizofrenica. Se consideriamo tutte le coppie gemellari (Caino, Abele; Romolo, Remo; ecc.) vediamo che contengono sempre le polarità opposte: positive e negative, bene e male.


René Magritte, Decalcomania, 1966

Il segno grafico  rappresenta due aste parallele, simbolo di specularità, come lo è l’immagine dei due Gemelli che caratterizza questo segno "doppio". Dopo le figure di animali dei segni precedenti questo troviamo due figure umane, quasi a sottolineare il distacco dalla forza istintiva e il prevalere della ragione, la duplicità, il raddoppiamento, la comunicazione (che richiede necessariamente due soggetti).

 

Mitologia

 

Muse dagli occhi vivaci, cantate i figli di Zeus,
i Tindaridi, splendidi figli di Leda dalle belle caviglie,
Castore, domatore di cavalli, e l'irreprensibile Polluce:
sotto la vetta del grande monte Taigeto,
unitasi in amore al Cronide dalle nere nubi,
essa li partorì come salvatori per gli uomini terrestri
e per le veloci navi, quando sul mare crudele
sopraggiungono violente tempeste.

Inni Omerici, XXXIII, 1-8

 

Castore e Polluce sono i nomi che hanno le due stelle più luminose della costellazione dei Gemelli, e al loro mito è collegata la simbologia del segno. In realtà nel Tetrabiblos di Tolomeo le due stelle sono associate a Eracle e Apollo, due divinità solari, (entrambi figli di Zeus), e nell’iconografia successiva talvolta i Gemelli sono ritratti uno con la lira (Apollo, dio della musica, tra le altre cose) e l’altro con il bastone (Eracle).

 
Leda e il Cigno, pittore leonardesco, 1510-1520 - Castore e Polluce, I sec., Museo del Prado (Madrid)

Càstore e Pollùce sono due personaggi della mitologia greca e romana, figli gemelli di Zeus e di Leda, Regina di Sparta: Zeus la sedusse sotto forma di cigno (rappresentato nella costellazione del Cigno) e quella stessa notte Leda giacque anche con il marito, il Re Tindaro. Leda concepì e diede alla luce quattro bambini, due coppie gemellari, Castore e Polluce i maschi, Elena e Clitemnestra le femmine, le cui ascendenze però sono incrociate: Polluce ed Elena  erano figli di Zeus, e quindi immortali, mentre Castore e Clitemnestra erano figli di Tindaro, e quindi erano mortali.

Inseparabili, i due gemelli parteciparono a molte famose imprese, tra cui la spedizione degli Argonauti. Durante una terribile battaglia Castore venne mortalmente ferito: Polluce implorò Zeus di far morire anche lui o di dare l'immortalità anche al fratello. Zeus gli concesse di rinunciare a metà della propria immortalità in favore del fratello, permettendogli così di stare insieme per sempre, trascorrendo un giorno agli Inferi e un giorno con gli dei sul monte Olimpo. 

 

Narciso di Caravaggio
Narciso, Caravaggio, 1597-1599

Narciso, figlio della ninfa Liriope e del dio del fiume Cefiso, alla sua nascita venne portato al cospetto di Tiresia il quale gli predisse che avrebbe raggiunto la vecchiaia, “se non avesse mai conosciuto se stesso.” Cresciuto e divenuto un giovane di eccezionale bellezza, faceva innamorare chiunque lo incontrasse, ma a sua volta era incapace di amare. Avvicinatosi ad una fonte incontaminata, Narciso vide la sua immagine riflessa e se ne innamorò, ma ogni volta che tentava di abbracciare o baciare quel bel fanciullo l’immagine scompariva; resosi conto che l’immagine riflessa era la sua, e che l’unica persona di cui si era innamorato era impossibile da incontrare, si lasciò morire d’inedia (altri dicono che si trafisse il petto con una spada). Dai suoi resti sorse il fiore del narciso, abbondante vicino ai corsi d’acqua. 

 

Psicologia

La psicologia dei Gemelli si contraddistingue per un'intelligenza rapida e brillante, ma anche uno spirito leggero e dinamico, in continuo movimento com’è tipico dell’Aria: la natura del segno è inafferrabile, irrequieta, mobile e dinamica.

Nel ciclo della vita i Gemelli corrispondono all'età dell’adolescenza e dell'apprendimento, ma anche del divertimento e della mancanza di profondità: curiosi, effimeri, mondani, nella loro continua ricerca di nuove esperienze possono far fatica ad instaurare rapporti affettivi profondi e duraturi. Abili comunicatori, sono favorevolmente portati verso le discipline artistiche, con una grande capacità di reggere la scena e di generare allegria e tramettere vivacità (molte figure dello spettacolo sono Gemelli: cantanti, attori, presentatori, …). Linguaggio e comunicazione, conversazione, chiacchiera, anche gossip e diceria,  sono parole chiave del modo di relazionarsi dei Gemelli: divertenti e ironici, non ci si annoia mai in loro compagnia, ma si rimane affascinati dalla loro bellezza, disinvoltura e confidenza.

In questo senso i Gemelli sono molto portati per la recitazione: attori nati, i Gemelli non esprimono la parte più profonda e spesso dolorosa e tragica del proprio Io. 

 
Giano bifronte, protettore dei bivi - Arlecchino, classica maschera della commedia dell'arte

 

Anatomia e salute

Il segno dei Gemelli corrisponde al sistema nervoso, per la velocità e la quantità incredibile di trasmissione delle informazioni e al sistema polmonare e all'apparato respiratorio (ai bronchi in particolare). Particolare attenzione quindi da una parte alle vie respiratorie, laringe e faringe, molto sensibili soprattutto nella stagione fredda (dell’opposto Sagittario), dall’altra al sistema nervoso in generale, vista la mole di pensieri, stimoli, riflessioni, elucubrazioni che costituiscono il flusso mentale nei Gemelli. Il rischio è di tensioni, di esaurimenti nervosi, di difficoltà a dormire bene, o talvolta di non concedersi il necessario riposo e stacco dalle mille attività e idee che sono in ballo.

 

Archetipo

Il segno dei Gemelli è collegato con l’archetipo del Mago, che veicola il grande dono dell’immaginazione: tutto è possibile, non c’è nessun problema, c’è sempre una formula magica, una bacchetta magica, una pozione magica che può trasformare la realtà. Leggerezza, fantasia, visione laterale, il Mago è un archetipo avanzato, che porta a un livello di gran lunga superiore la parte gioiosa, e fantasiosa dell’Innocente: le sue modalità sono immediate, veloci, incredibili e stupefacenti (come il senso di meraviglia che spesso i Gemelli producono davanti al loro pubblico).

 

Aspetti evolutivi

L’elemento Aria (di cui sono l’espressione Mobile) fa andar molto d’accordo i Gemelli con la Bilancia (modalità Cardinale) e l’Acquario (modalità Fissa) accentuando le caratteristiche comunicative e creative nel campo delle relazioni. L’integrazione più interessante è con il segno mobile di Fuoco, ovvero il Sagittario, con la sua tendenza ad andare lontano o in profondità: quest’opposizione si manifesta anche nella dimensione vicino/lontano, familiare/sconosciuto, superficiale/profondo, divertente/istruttivo, spettacolare/rivelatore, e chiaramente il richiamo di energia di questo conflitto serve a trovare la giusta qualità dell’esperienza, a mediare tra la curiosità frettolosa e superficiale da una parte (Gemelli) e l’approfondimento e il coinvolgimento totale e stravolgente (Sagittario).

 

Astronomia

Nella costellazione dei Gemelli (in latino Gemini) spiccano le due stelle denominate proprio Castore e Polluce (e rappresentano la testa delle due figure umane): gli astronomi hanno scoperto che in realtà Castore è un sistema di sei stelle tenute insieme dalla forza di gravità. Polluce è una stella gigante arancione. Ovviamente le due stelle non sono collegate “fisicamente” tra loro,  poiché si trovano a  grande distanza tra loro, e a distanze differenti dalla Terra (34 anni luce Polluce, 51 anni luce Castore). Tra le nebulose planetarie visibili nella costellazione,  la più notevole è la Nebulosa Eschimese, il cui nome deriva dal fatto che somiglia alla testa di una persona racchiusa dal cappuccio di una giacca a vento. Può essere osservata con un telescopio di media potenza, ma la sua struttura a doppio anello diventa visibile nelle fotografie o con forti ingrandimenti in strumenti di grande diametro.

 

Personaggi

 

    

Per i personaggi famosi nati sotto il segno dei Gemelli, come non dare la precedenza ai tanti, popolarissimi e molto amati personaggi dello spettacolo (che spesso oltretutto passano con disinvolutura dalla musica al cinema e viceversa, o eccellono in entrambi i settori!), a cominciare dall’icona Marilyn Monroe (1 giugno 1926), e prima di lei Isadora Duncan (28 maggio 1878), John Wayne (26 maggio 1907), Judy Garland (10 giugno 1922), Clint Eastwood (31 maggio 1930), Joan Collins (23 maggio 1933), Gene Wilder (11 giugno 1933), Tony Curtis (3 giugno 1925), Morgan Freeman (1 giugno 1937); guardando più vicino, in Italia troviamo personaggi vivaci e spiritosi quali Eduardo De Filippo (24 maggio 1900), Alberto Sordi (15 giugno 1920), Mike Bongiorno (26 maggio 1924), Enzo Jannacci (3 giugno 1935), Pippo Baudo (7 giugno 1936), Raffaella Carrà (18 giugno 1943), Orietta Berti (1 giugno 1945), Claudio Lippi (3 giugno 1945), Enrico Montesano (7 giugno 1945), Isabella Rossellini (18 giugno 1952), Piero Chiambretti (30 maggio 1956), Giobbe Covatta (11 giugno 1956), Paolo Bonolis (14 giugno 1961),  Checco Zalone (3 giugno 1977); più recenti gli affermatissimi e poliedrici divi Michael J. Fox (9 giugno 1961), Johnny Depp (9 giugno 1963), Helena Bonham Carter (26 maggio 1966), Nicole Kidman (20 giugno 1967), Angelina Jolie (4 giugno 1975), Colin Farrell (31 maggio 1976), Natalie Portman (9 giugno 1981).

Anche nel mondo della musica spiccano alcune eminenti personalità Gemelli: Miles Davis (26 maggio 1926), Tom Jones (7 giugno 1940), Francesco Guccini (14 giugno 1940), Bob Dylan (24 maggio 1941), Paul McCartney (18 giugno 1942), Lionel Ritchie (20 giugno 1949), Cyndi Lauper (20 giugno 1953), Gianna Nannini (14 giugno 1956), Enrico Ruggeri (5 giugno 1957), Michele Zarrillo (13 giugno 1957), Nino D'Angelo (21 giugno 1957), Prince (7 giugno 1958), Morissey (22 maggio 1959), Boy George (14 giugno 1961), Lenny Kravitz (26 maggio 1964),  Kylie Minogue (28 maggio 1968), Juliette Lewis (21 giugno 1973), Alanis Morissette (1 giugno 1974), Lauryn Hill (25 maggio 1975).

Tanti e prolifici anche gli scrittori e poeti nati sotto questo segno che favorisce la comunicazione: partendo dal filosofo Blaise Pascal (19 giugno 1623), Aleksandr Pushkin (6 giugno 1799), Ralph Waldo Emerson (23 maggio 1803), Walt Whitman (31 maggio 1819), sir Arthur Conan Doyle (22 maggio 1859, creatore di Sherlock Holmes), William Butler Yeats (13 giugno 1865), Thomas Mann (6 giugno 1875), Fernando Pessoa (13 giugno 1888), Dashiell Hammett (27 maggio 1894), Federico García Lorca (5 giugno 1898), Jean Paul Sartre (21 giugno 1905), Ian Fleming (28 maggio 1908, inventore dell'Agente 007 James Bond), Robert Ludlum (25 maggio 1927), Salman Rushdie (19 giugno 1947), Ken Follet (5 giugno 1949).

Sicuramente poco convenzionali e molto amati i personaggi politici dei Gemelli: il rivoluzionario francese Jean-Paul Marat (24 maggio 1743), la Regina Vittoria (24 maggio 1819), John F. Kennedy (29 maggio 1917), Ernesto Che Guevara (14 giugno 1928) e il giovane principe William (21 giugno 1982).

Altrettanto popolari e comunicativi anche alcuni sportivi del segno, tra i quali spiccano particolarmente i veloci e mercuriani calciatori George Best (22 maggio 1946), Fabio Capello (18 giugno 1946), Gaetano Scirea (25 maggio 1953), Michel Platini (21 giugno 1955), Carlo Ancelotti (10 giugno 1959).

Sicuramente molto comunicativo uno dei personaggi cattolici più popolari degli ultimi anni, il Gemelli  Padre Pio da Pietralcina (25 maggio 1887).

 

   

 

 

GEMELLI

gemelli

dal 21 Maggio al 21 Giugno
segno di Aria, Mobile
 

Archetipo Mago
Domicilio Primario Mercurio
Domicilio Base Y
Esaltazione Plutone
Esilio Giove e Nettuno
Caduta X
Parole Chiave Adolescenza, comunicazione, intelligenza, curiosità, leggerezza, vivacità, incoscienza, irresponsabilità, fascino, simpatia, diversità, umorismo, spirito critico, disonestà
Simbologia Stagionale È il tempo della fioritura e della fecondazione, l'aria trasporta il polline, i frutti sono ancora acerbi
Colore Giallo, viola, tinte cangianti, grigio chiaro
Metallo Platino, Mercurio
Pietre smeraldo, corniola, occhio di tigre, agata, topazio,quarzo citrino, cristallo di rocca, diaspro, malachite, acquamarina, occhio di gatto, ametista, porfido
Numero 3
Giorno Mercoledì
Piante Lavanda, garofano, rosmarino, lauro, melissa, ligustro, gramigna, robbia, caprifoglio, millefoglie, tanaceto

 

I Segni Zodiacali

 


Ariete

 

 

Seguici su Facebook

Zircon - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.